Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Si è svolta presso la Sala Auditorium del Palazzo delle Federazioni presentazione alla stampa di Volley Scuola, la tradizionale manifestazione riservata alle scuole, organizzata dalla Fipav Lazio e patrocinata dal Corriere dello Sport, giunta alla 24^ edizione. Le gare prenderanno il via lunedì 20 febbraio per concludersi il 31 maggio: oltre 150 squadre in rappresentanza di 89 Istituti per il torneo Indoor, divise nelle categorie Open e Junior, maschile e femminile, si daranno battaglia nelle palestre per cercare di entrare nell'albo d'oro del torneo. Solito clima di festa al vernissage, alla presenza di numerose autorità sportive e politiche.

A dare il benvenuto alla folta platea in sala è stato il Presidente della FIPAV Lazio Andrea Burlandi, riconfermato proprio domenica scorsa alla guida del Comitato Regionale per il quadriennio 2017/2020:« E’ sempre una grande emozione vedere questa sala piena per Volley Scuola. Si tratta di un’idea nata tanti anni fa grazie all’intuizione del CR Lazio e di Luciano Cecchi.” Burlandi ha quindi ringraziato tutti coloro che, a vario titolo, in questi anni hanno accompagnato il percorso del Volley Scuola, ad iniziare dal title sponsor Acea. Anche quest’anno a seguire il torneo la web radio VoicebookRadio, che darà voce ai docenti e atleti protagonisti, perché lo spirito del Volley Scuola è proprio questo, rendere gli studenti protagonisti.

Dopo il presidente del CR la parola è passata Carlo Magri, presidente della Fipav, che il prossimo 26 febbraio sarà uno dei candidati alla presidenza per il prossimo quadriennio.  « Non potevo mancare alla presentazione di questa edizione. Questa è una manifestazione che seguo da tanti anni, che racchiude valori educativi sociali e sportivi. Cercheremo di portare questo straordinario torneo anche in altre città, Volley Scuola dovrebbe essere da esempio per le altre realtà. Trae la sua linfa vitale da eventi come questo ed è merito del CR Lazio averlo inventato e fatto crescere per 24 anni ».

Con Luciano Cecchi, oggi consigliere federale, Volley Scuola ha mosso i primi passi.« E’ un piacere ritrovare tanti amici affezionati a questo torneo così ricco di significati sportivi e promotore di valori. L’arma vincente di questo torneo risiede nell’aver dato la possibilità di far giocare insieme tesserati e non tesserati per creare un momento di confronto all’interno mondo scolastico. Grazie di cuore a tutti ».

Altro “papà” del Volley Scuola è stato, nel corso degli anni Alessandro Fidotti che ne ha mirabilmente curato l’organizzazione e le relazioni esterne. «Sono commosso, come ogni volta che vedo tante persone partecipare alla presentazione del Volley Scuola. La grande partecipazione ha fatto crescere questo torneo. Dedichiamo questa giornata a Franco Favretto, un amico ed dirigente sportivo che ha dedicato la sua vita alla pallavolo e alla crescita dei giovani. Volley Scuola era anche una sua creatura e per questo sono molto felice di vedere tanti atleti e studenti in questa sala. In bocca al lupo, partecipate ai concorsi e soprattutto divertitevi », ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Franco Favretto.

Anche il Coni Lazio, rappresentato dal Presidente Riccardo Viola, da sempre vicino a Volley Scuola, ha portato il proprio contributo all’evento.« Il Coni è pronto a fare squadra per portare avanti delle progettualità insieme. Volley Scuola è una macchina da guerra e oggi voglio ricordare Franco Favretto, un amico che ha fatto della pallavolo la sua vita ».

Il mondo della scuola, nella persona di Tonino Mancuso del Miur, ha voluto quindi affermare tutto il proprio compiacimento per il rinnovarsi dell’appuntamento con Volley Scuola.20170214 104222