Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Gli ultimi due appuntamenti di Emozione Olimpico, andati in scena ieri con 50 alunni dell’I.C. “Aldo Moro” plesso Sutri e Monterosi e oggi con un centinaio provenienti dall’I.C. “Volterra” di Ariccia, hanno chiuso il progetto dei Momenti Emozionali. L’iniziativa, che rientra nel protocollo “CONI e Regione, compagni di sport”, ha visto la partecipazione complessivamente di oltre 1000 studenti delle prime classi delle scuole medie di tutto il Lazio. Il format, con la (ri)scoperta da parte dei ragazzi dei luoghi di sport e di grande interesse culturale e artistico, prevedeva l’incontro con i campioni dello sport e, quando previsto, la possibilità di provare una serie di discipline sportive.  

Non è il caso di Emozione Olimpico, che si basa soprattutto su racconto diretto del campione che ha il compito di introdurre i ragazzi alla storia del luogo visitato e alla sua personale.

Ieri con Vincenzo Santopadre si è parlato di tennis, ma non solo. Coach dei fratelli Berrettini, “Santo” è arrivato con Jacopo, il più giovane e nuova promessa della racchetta azzurra, intrattenendo gli studenti sul rapporto fra maestro e allievo e sulla loro esperienza sportiva fatta di vittorie e sconfitte.

Oggi, grazie anche alla clemenza del meteo, con Stefano Pantano in 100 hanno prima potuto passeggiarIMG_7750.JPGIMG_7683.JPGe sul viale delle Olimpiadi, curiosando tra le mattonelle dedicate ai tanti miti dello sport italiano e poi visitare la sala delle Armi e lo stadio, dove si stava già allestendo il campo da gioco per l’anticipo di campionato della Roma di domani.