Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Pace, integrazione, inclusione, solidarietà: sono questi i principi ispiratori della “Rome Half Marathon Via Pacis”, evento promosso per il secondo anno da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, Dicastero della Santa Sede, in collaborazione con la FIDAL - Federazione Italiana di Atletica Leggera -, con il patrocinio e la collaborazione del MIBAC e il patrocinio del CONI, CIP, Comunità Europea, MIUR, Regione Lazio, ICS, CESV, CSI e della Nelson Mandela Foundation che, ha inserito la Via Pacis tra gli eventi internazionali commemorativi del centenario della nascita di Nelson Mandela. 

L’iniziativa è stata presentata oggi al Colosseo dal direttore artistico Lorena Bianchetti, alla presenza della Sindaca di Roma Virginia Raggi, di Mons. Melchor Sanchez de Toca,del Presidente Fidal Alfio Giomi, dell'Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia, del Direttore del Parco Archeologico Colosseo Alfonsina Russo e del Sottosegretario di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali, Gianluca Vacca.  Con loro Yeman Crippa, l'azzurro bronzo europeo dei 10.000 metri. 

La seconda edizione si svolgerà domenica 23 settembre, con partenza alle ore 9 da Piazza San Pietro, e sarà aperta a tutti coloro che, attraverso questa grande manifestazione sportiva popolare vogliono dire No alla violenza, No al razzismo, No alla discriminazione di ogni genere e provenienza. Ecco perché, per le strade della Capitale, correranno donne, uomini, famiglie, anziani, giovani, bambini, sportivi, persone con disabilità ma anche rifugiati, ognuno con il suo pettorale, ognuno con il suo messaggio di pace che rilascerà, a traguardo raggiunto, in alcune colonne trasparenti che simboleggiano le colonne della pace. Le frasi e le testimonianze raccolte saranno successivamente pubblicate nel libro “Via Pacis”. Ispirata al tradizionale pellegrinaggio delle sette chiese, la “VIA PACIS” creerà un ideale collegamento tra alcuni luoghi di culto emblematici della Capitale. Cinque le tappe che sottolineeranno la partecipazione delle diverse confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa, in due percorsi podistici dalla distanza equivalente a una mezza maratona di 21,097 Km per la competitiva e di 5 km per la non competitiva.

Tra gli eventi collaterali ricordiamo il RUNFEST, villaggio del runnig che pianterà le tende a piazza del Popolo dal 20 al 23 settembre; la possibilità di entrare gratis ai musei esibendo la cartolina contenuta nel pacco gara e il progetto Charity legato alla non competitiva di 5 km. alla quale hanno aderito moltissime associazioni no profit che ritireranno gratuitamente i 2500 pettorali a disposizione.0.jpeg