Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

E’ ripartita da Sutri la carovana dello sport in piazza, iniziativa giunta al terzo anno di vita e promossa dalla Regione Lazio e dal Comitato Lazio del CONI per diffondere l’interesse e la curiosità verso la pratica sportiva in tutte le fasce della cittadinanza. Una promozione si abbina alla riscoperta del territorio meraviglioso del Lazio, vero scrigno di tesori. Come quelli che hanno fatto da sfondo alla manifestazione che ieri ha colorato di sport il parco archeologico del paese dalle origini etrusche in provincia di Viterbo, con il millenario anfiteatro attraversato dalla via Francigena. Una giornata finalmente primaverile ha accolto a centinaia sutrini e visitatori, incuriositi dalla possibilità di provare gratuitamente il tiro a segno piuttosto che quello con l’arco, l'equitazione, il basket, il badminton, ma anche il tai chi, per un totale di 13 postazioni diverse a formare un circuito da completare per ricevere la medaglia di sportivo doc. Una giornata di festa,seguita in diretta da Radio Roma Capitale, radio ufficiale dell'iniziativa e alimentata dalla gioia dai piccoli protagonisti delle società sportive del territorio, presenti come da tradizione agli appuntamenti di “CONI e Regione, compagni di sport”, che si sono esibiti nelle prove di ginnastica, arti marziali e rugby. Il programma dell'iniziativa proseguirà nelle prossime settimane con le notti di sport e lo sport nelle carceri. Prossima tappa sabato 1 giugno a Santa Marinella.

Hanno detto: Felice Casini (vicesindaco Sutri). Siamo all’interno del più piccolo parco regionale del Lazio, ai piedi della Rocca di Sutri. Abbiamo organizzato con il Coni questa giornata, dove i nostri cittadini possono passare una giornata di sport all’aperto tra la necropoli e il mitreo. Coniugare bellezza archeologica e bellezza culturale con lo sport è un bel risultato per questa amministrazione.

Enrico Panunzi (consigliere Regione Lazio). Siamo al terzo anno dell’iniziativa che già conta di toccare una ventina di comuni partendo da Sutri. Vogliamo far conoscere sport poco diffusi a una platea sempre più ampia, e cerchiamo di farlo promuovendo le bellezze del territorio.

Ugo Baldi (delegato CONI Viterbo) – C’è grande soddisfazione per la scelta di un luogo così suggestivo per la prima tappa del 2019 dello sport in piazza. Il parco archeologico è amato dai sutrini che lo vivono in giornate come questa. Grazie anche al presidente Viola, oggi lo sport è una ragione in più per passare una giornata all’aperto tra storia e cultura.

Riccardo Viola (presidente CONI Lazio). Ripartiamo con la Regione e grazie alla Regione per parlare di sport, ma soprattutto per far praticare lo sport. Lo faremo come sempre nei luoghi di aggregazione, nelle piazze e in quelli dove si vive il disagio, come le carceri. In questo momento in cui viviamo un taglio drammatico dei fondi per la promozione dello sport sul territorio, constatiamo con piacere che quando le istituzioni fanno squadra, si riesce ancora a garantire un diritto fondamentale della persona, quello dell’attività fisica e sportiva.istituzioni sutri.jpgjudo sutri.jpgpanoramica sutri.jpg

Infine Ferdinando Maggini (consigliere con delega sport comune Sutri), ha ringraziato tutte le società che hanno aderito regalando un giorno di sport a grandi e piccini.