Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Senza un'avversario diretto con cui confrontarsi, Alessia Zecchini ritocca record e primati del mondo in occasione della manifestazione continentale tenutasi a Istambul (Turchia), dal 18 al 23 giugno. Solo la polacca Kozerska è stata in grado di superarla nella prova dinamica senza attrezzi con la sorprendente distanza di 196,95 m, laddove Alessia con la misura di 179,32 m ha stabilito il nuovo record italiano. Il primo oro e il primo record del mondo arrivano tre giorni dopo nella competizione di apnea dinamica con pinne. Qui la Zecchini  con 228,15 m, ha anche stabilito il nuovo record mondiale della specialità. Il precedente (221,07 m) apparteneva alla stessa campionessa romana che lo aveva realizzato lo scorso anno a Lignano Sabbiadoro. Anche la quarta e ultima giornta di gare vede protagonista la Sirena di Monteverde che nella DYN monopinna con l'incredibile distanza di 253,00 m, stabilendo il nuovo record mondiale della specialità. Anche in questo caso, il precedente le apparteneva, avendolo conseguito sempre a Lignano Sabbiadoro ma nel 2016, con la misura di 250,00 m. La Regina dell'apnea chiude così questa sesta edizione dell'Europeo di Apnea Indoor con all'attivo tre medaglie (due d'oro e una d'argento) e due record mondiali. Un bottino davvero niente male. Nella foto FIPSAS, Alessia (a destra), è con i colleghi Livia Bregonzio (argento) e Mauro Generali (bronzo)IMG-20190622-WA0006.jpg