Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Il 4° Mondiale CMAS di Apnea Outdoor si è aperto il 7 agosto scorso nel segno, ça va sans dire, di Alessia Zecchini, che nelle acque di Roatan, in Honduras, con la profondità di - 72,00 m, si è aggiudicata la medaglia d’oro nella competizione di apnea in assetto costante senza attrezzi. Specialità, quest’ultima, di cui la pluricampionessa romana detiene anche il record mondiale, grazie ai - 73,00 m realizzati il 2 agosto u.s., sempre a Roatan, in occasione della Caribbean Cup. Il giorno successivo la formidabile atleta azzurra, con la profondità di - 113,00 m, oltre ad aggiudicarsi il titolo iridato di apnea in assetto costante con monopinna, ha anche stabilito il nuovo record mondiale CMAS della specialità in coabitazione con la slovena Alenka Artnik, sua grande amica. Infine, nella quarta e ultima giornata di gare è arrivata la terza medaglia d’oro. In questo caso Alessia, con la profondità di - 92,00 m, si è aggiudicata il titolo mondiale di free immersion. Tre ori in altrettante gare disputate e tre record iridati CMAS, sommando a quello stabilito nel corso della competizione di Roatan i due realizzati nell’ambito della Caribbean Cup. E’ questo lo straordinario bottino con il quale la pluricampionessa romana ha coronato un mese di agosto davvero eccezionale, che Rai Sport ha voluto celebrare qualche giorno fa con uno speciale condotto da Enrico Cattaneo dal titolo: Il Silenzio dell’Acqua. https://www.raisport.rai.it/video/2019/08/silenzio-acqua-speciale-apnea-2019-c303f75f-8001-45a5-b6e3-b14e9834a2b7.htmlUnknown.jpeg Per l'Italia un mondiale chiuso al secondo posto dopo la Russia con un medagliere totale di 3 ori e tre bronzi grazie anche alle medaglie di Vincenzo Ferri e Chiara Rossana Obino.