Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

L'appuntamento per tutti era a piazza del Popolo. Sabato a Cittaducale è andato in scena l'ultimo appuntamento sabino per il mese di settembre dell'iniziativa “CONI e Regione compagni di sport”, nata per promuovere l’attività fisica e sportiva nella nostra regione, l’integrazione e lo sport per tutti. L'evento, che ha bissato l'edizione 2017 di “Sport in piazza”, è stato reso possibile grazie alla sinergia tra CONI Lazio, Regione Lazio e Amministrazione comunale. Nello spazio dedicato al momento istituzionale, presenti tutti i promotori della giornata sportiva: il sindaco di Cittaducale Leonardo Ranalli; l'assessore allo sport Alessandro Cavallari; Fabio Refrigeri, consigliere della Regione Lazio, Riccardo Viola, presidente del Coni Lazio e il delegato CONI di Rieti Luciano Pistolesi. Massima sintonia nelle dichiarazioni di tutti, con un particolare accento non solo all'opportunità di fare sport, in piazza e a tutte le età, ma anche al filo conduttore che unisce proprio lo sport al turismo locale. Un tema molto caro al CONI Lazio e al presidente Viola, che spesso ha rimarcato le opportunità legate all'organizzazione di eventi sportivi utili anche per viaggi, escursionismo e cultura del Paese. Alla manifestazione hanno aderito federazioni e associazioni sportive del territorio, con il supporto della UISP. Finale dedicato alla fiaccolata, realizzata su pannelli di fibre sintetiche che hanno trasformato per una sera l'adiacente corso Mazzini in una pista di sci di fondo. Poi il gran finale, col complesso bandistico “Santa Cecilia” di Cittaducale” e il gruppo di majorettes “Shining stars”.

“Ripartiamo dai giovani, dalla gente, dalle Associazioni sportive dilettantistiche, per ricominciare a pensare a quello che deve rappresentare per tutti noi la svolta”, questo lo slogan  con cui era stata presentata la “Notte Bianca dello Sport” di Cassino e che ha caratterizzato la kermesse di sabato per le vie e le piazze del centro. Un tripudio di atleti, grandi e piccoli, ha invaso la città fin dal pomeriggio. Tutte le associazioni sportive cittadine si sono presentate all’appuntamento. “La ‘Notte Bianca dello Sport’, alla sua prima edizione, nasce dalla sinergia tra CONI Lazio, Regione, Comune e alcune realtà cittadine. Presenti il sindaco Enzo Salera, l’assessore allo sport Mari Concetta Tamburrini, il presidente del Consiglio comunale Barbara Di Rollo, Fiduciario CONI Massimo Cerasoli e Giuliano Pacetti del Consiglio della Regione Lazio, tutti d'accordo nel sostenere che attraverso il lavoro delle Associazioni passa la strada per il rilancio e la crescita sportiva di Cassino. Ben 47 le associazioni sportive dilettantistiche, e non, che hanno risposto all’appello, supportate nell'organizzazione de alcuni giovani dell'UNICAS: dal calcio, all’atletica, alla scherma, alla pallavolo, al basket, alle arti marziali, tutti in piazza fino a notte inoltrata. Una giornata di sport e di aggregazione per quasi 6000 persone. Moltissimi i giovani che hanno completato le caselle del "gioco sport", provando tutte le discipline e ricevendo un gadget CONI.

Domenica la tappa di canale Monterano è stata annullata causa maltempo. (nella foto: Cassino)8ea23273-3f8d-4fff-96b3-7bacd0bf78b6.jpg