Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Sala gremita in ogni ordine di posti (anche in piedi) nonostante il diluvio che si è abbattuto nella Tuscia e che ha creato non pochi danni, con paesi che hanno chiesto lo stato di calamità naturale.. Le Stelle al merito sportivo e le medaglie al valore atletico sono state consegnate dal Coni Lazio a Vitorchiano (VT), nella sala Consiliare del Comune. Nonostante Giove Pluvio ci abbia messo lo zampino. Una festa dello sport, un vero e proprio amarcord per chi ha contribuito a portare alta la bandiera dello sport viterbese, dirigenti e atleti che il CONI Lazio ha premiato insieme a quelle realtà che nel corso dell’anno sono state a fianco del Comitato nella sua attività istituzionale di promozione sportiva.

La manifestazione è stata anche l'occasione per il Comune di Vitorchiano di premiare chi si è speso nella promozione dell'attività sportiva nel territorio della Tuscia. Per il sindaco Ruggero Grassotti "è stato un onore ospitare la consegna delle Benemerenze Coni, e ringrazio il presidente Viola e il suo staff per averci scelto". Anche il presidente del Coni Lazio Riccardo Viola, commosso nel ricordare due amici che hanno legato il loro nome a quello del Comitato e del territorio della Tuscia, Felice Pulici ed Emiliano Morelli, ha espresso la propria soddisfazione: "Vitorchiano è stata una scelta azzeccata per il calore delle persone e per l'accoglienza del sindaco e della Giunta".

La cerimonia. Tra i dirigenti, a ricevere la Stella d’oro al Merito sportivo è stato Umberto Carbonari, componente del Comitato Nazionale dell’AIA e presidente sezionale. Carbonari, che ha indossato la prima giacchetta nera a 18 anni, è stretto  collaboratore del presidente nazionale Nicchi, e lo scorso anno ha festeggiato i 50 anni di tesseramento insieme ai vertici dell’Associazione. Stella d’argento per Fabrizio Maiolati, già presidente della FIDAL viterbese e componente della giunta regionale. Fondatore dell’ASD Alto Lazio, Maiolati rappresenta uno dei motori della promozione sportiva dell’atletica sul territorio. Tre le Stelle di bronzo assegnate quest’anno, che secondo il regolamento delle Benemerenze CONI corrispondono ad almeno 12 anni di attività per le persone e 20 per le società sportive. Il valleranese Giuseppe Fantini per la lunga militanza nella pallavolo; come vice presidente del Comitato provinciale e dirigente del volley civitonico. Stella di bronzo anche per Paola Scuderi, delegata provinciale degli sport rotellistici e infaticabile promotrice del pattinaggio giovanile sul territorio delle Tuscia. Infine Alessandro Telli, vice presidente regionale della Federazione rugby, sport che vanta lunga tradizione e radici profonde nella provincia viterbese.  L’unica Stella di bronzo per una società sportiva è stata consegnata al Club Nautico Capodimonte, che da 50 anni organizza corsi e regate sul lago di Bolsena.

Due medaglie d'argento e un bronzo per gli atleti viterbesi. La tarquiniese Anastasia Anastasio, primatista europea di tiro alla targa (arco compound), ha ricevuto la sua medaglia a Roma; presente invece a Vitorchiano il vice campione mondiale di long casting (pesca sportiva) Angelo Ciacci e con lui Sara Giustini, campionessa italiana di tiro con l’arco al chiuso a squadre.


sala consiliare.jpg