Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Giovedì 19 dicembre un seminario/dibattito su problematiche di grande attualità per chiudere l’anno della Scuola Regionale dello sport del Lazio

 Il Circolo Magistrati della Corte dei Conti in via del Foro Italico 430 ospiterà, a partire dalle 14, il seminario rivolto ai medici dello sport e ai dirigenti sportivi. Un momento di formazione e confronto sulle varie problematiche connesse con il rilascio delle certificazioni di idoneità sportiva e con l’organizzazione sanitaria delle gare e degli eventi sportivi, cercando di individuare chiaramente obblighi, ruoli e responsabilità dei vari attori (medici, dirigenti sportivi, atleti, organismi di vigilanza).

L’appuntamento, con la regia di CONI Lazio, FMSI Lazio e SRdS, sarà aperto dai saluti delle autorità: l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato; l’assessore allo Sport, Politiche giovanili e Grandi eventi cittadini Daniele Frongia e il presidente del CONI Lazio Riccardo Viola. I lavori del seminario, presieduto dal rettore dello IUSM Fabio Pigozzi e moderato da Carlo Tranquilli e Piercarlo Presutti, inizieranno con una lettura sui doveri delle istituzioni e i diritti dei consumatori, due passaggi che a tendono ad essere trascurati.
Alle 15 si parlerà di visita medico sportiva quale “attività sanitaria di pubblico interesse” nelle forme previste dal legislatore, con una tavola rotonda sull’applicazione delle norme e sulla vigilanza. Alle 16.15 il discorso abbraccerà anche la performance con “la medicalizzazione dell’atleta e abuso di farmaci” e “qualità delle prestazioni - prevenzione e repressione” con il parere del giurista. Alle 18 si affronterà il discorso delle emergenze sui campi di gara e di allenamento, il pronto soccorso sportivo con defibrillazione precoce, l’applicazione del decreto Balduzzi e l’ipotesi di piano sanitario operativo in caso di eventi sportivi, grandi e piccoli. La giornata terminerà alle 19.15 con la discussione alla quale prenderanno parte medici dello sport, tecnici, FSN, EPS, DSA, autorità politiche e sportive e atleti.logo FMSI e SRdS.jpg